Giovedì 13 luglio 2023 alle ore 18.30
Piazza Politeama Palermo
“POTER SCEGLIERE”

Con un fiore in piazza Politeama per ricordare le donne vittime di femminicidio.
Trasformiamo la parola POTERE da “sostantivo” che indica controllo e oppressione a “verbo”
rafforzativo di scelte di LIBERTÀ

L’invito è lanciato dal Centro Antiviolenza Le Onde di Palermo nell’ambito delle attività del progetto
PLEIADI – Percorsi di accoglienza e inclusione per donne in difficoltà a causa di violenze, finanziato
con il Programma Operativo Città Metropolitane 2014-2020 PA 3.1.1.h “Servizi residenziali per
donne vittime di violenza”.
“Nessuno tocchi Rosalia” è il flash mob, giunto alla sua XI edizione, che vuole ricordare ogni anno
le donne uccise da uomini con i quali avevano una relazione affettiva: padri, fratelli, fidanzati, mariti
o ex mariti, compagni o ex compagni.
Perché la violenza maschile contro le donne ci riguarda tutte e tutti.
I dati del Viminale dicono che nei primi sei mesi di quest’anno (2023) sono già 39 le donne uccise
in Italia, vittime di femminicidio: quasi 8 al mese. Nel 2022, 120 sono stati i femminicidi. Sono
donne che spesso avevano denunciato, avevano raccontato minacce e violenze. Donne che hanno
pagato con la vita le proprie scelte di libertà.
La violenza maschile deriva da una disparità di potere all’interno delle relazioni tra uomini e donne
la cui conseguenza immediata è che nessuna scelta di libertà viene rispettata. Per questo per
l’undicesima edizione di “Nessuno tocchi Rosalia” vogliamo portare l’attenzione sul significato
stesso della parola “Potere”. Invitiamo tutte e tutti a pensare alla parola POTERE come VERBO e non
come “sostantivo”. In tal modo perderà il significato di controllo e di oppressione e aprirà mondi di
libertà e desideri realizzabili per tutte e tutti.
L’evento è inserito nel programma degli eventi collaterali del 399° Festino di Santa Rosalia, con il
patrocinio del Comune di Palermo.
Programma
Saranno disegnate 120 sagome in piazza Politeama per ricordare i femminicidi del 2022.
Invitiamo le cittadine ed i cittadini a portare alle 18.30 un fiore per deporne uno su ogni sagoma in
memoria della vita delle donne vittime di femminicidio e delle loro figlie e dei loro figli resi orfani.
Per ricordare che le donne possono chiedere aiuto e che dalla violenza si può uscire.